Stampanti 3D desktop = stampanti 3D consumer? Non proprio: vediamo perché

Stampante 3d economica in versione desktop, la novità

Benchè la stampa 3D sia una tecnologia presente sul mercato già da qualche decennio, è in questi ultimissimi anni che si trova prepotentemente alla ribalta. Complice di questa rapida esplosione è senza dubbio la crescente disponibilità di stampanti 3D economiche in versione desktop, ossia di una nutrita serie di modelli di dimensioni sufficientemente contenute da poter essere comodamente collocati su una qualunque scrivania o tavolo.

Come abbiamo già avuto modo di analizzare in alcuni articoli già apparsi su questo blog, la fascia di prezzo nella quale si collocano le stampanti 3D economiche è piuttosto ampia e molte di queste sono state studiate per invadere il mercato dei consumatori privati. Benchè tutte le stampanti 3D economiche siano stampanti 3D desktop, non è scontato il contrario: come vedremo, i maggiori produttori di stampanti 3D (come Stratasys e Makerbot) offrono stampanti 3D desktop rivolte ad un uso professionale con caratteristiche tecniche che emulano i più costosi modelli già ampiamente utilizzati in vari settori industriali, pur mantenendo costi abbordabili dalle piccole aziende o dai singoli professionisti.

Stampante 3d economica: sfatiamo un mito

Prima di tutto è opportuno sfatare il mito che chiunque possa ottenere risultati soddisfacenti senza avere un minimo di cultura sulla stampa 3D e su come si prepara un modello 3D destinato alla stampa.

Come è stato per tutte le innovazioni tecnologiche che oggi fanno parte della quotidianità, abbiamo dovuto imparare ad usarle: qualcuno ci è riuscito prima e meglio, altri meno.

Per facilitare l’approccio alla stampa 3D esistono numerosi tutorial disponibili on line, spesso messi a disposizione gratuitamente dai vari produttori, così come librerie di oggetti 3D già pronti per essere stampati che permettono a chi ha poca familiarità con la modellazione 3D o con il CAD di “sfruttare” il lavoro di altri. Tra le community più ricche di modelli citiamo Thingiverse (www.thingiverse.com) di Makerbot dalla quale è possibile scaricare oggetti di qualunque tipo e condividere suggerimenti per stampare in 3D con gli altri utenti.

Se siete tra coloro che intendono utilizzare una stampante 3D desktop per ottenere risultati professionali, non potete trascurare la formazione che i migliori rivenditori forniscono assieme alla macchina e che vi permetterà di stampare modelli 3D con soddisfazione, competenza e certezza del risultato, oltre a rendervi più autonomi nell’affrontare eventuali problemi che dovessero presentarsi utilizzando la vostra stampante 3D o nel manutenere la macchina in modo corretto, riducendo la necessità di ricorrere all’assistenza tecnica.

Tecnologie di stampanti 3d: FDM ed FFF

Se non disponete di un ambiente dedicato, il consiglio è di scegliere una stampante 3D FDM o FFF cioè una stampante che costruisce gli oggetti attraverso la deposizione di strati di materiale costituito da filamenti plastici (tipicamente ABS o PLA) che vengono fusi per formare il modello 3D che intendete stampare. Le stampanti 3D basate su questa tecnologia non producono cattivi odori e sono di facile manutenzione. Ad esempio, i modelli di stampante 3D desktop professionali con tecnologia FDM come la Stratasys Mojo o con tecnologia FFF come la Makerbot Replicator Z18 sono dotati di camera di lavoro riscaldata chiusa e questo garantisce stampe 3D affidabili e un bassissimo impatto ambientale, requisiti fondamentali per una stampante 3D da tenere in ufficio. Queste stampanti 3D desktop sono inoltre dotate di un software che aiuta l’utente sia nella fase di start up, sia nel normale utilizzo. Esse rappresentano un classico esempio di stampante 3D desktop che non è destinata al mercato consumer ma al mercato professionale per singoli utenti o piccoli gruppi di lavoro.

Per concludere: arriverà il giorno in cui molti di noi potranno avere la propria stampante 3D in casa e usarla così come oggi si fa con il lettore MP3, il lettore DVD o il frullatore. Per arrivare qui bisogna fare ancora un po’ di strada sia da parte dei produttori che dovranno perfezionare e semplificare l’uso delle stampanti 3D consumer, sia da parte dei potenziali consumatori che dovranno conoscere meglio come sfruttare a loro vantaggio la nuova tecnologia di stampa 3D.

Energy Group - Stampanti 3D

Energy Group - Stampanti 3D professionali

Energy Group è un'azienda italiana specializzata nella fornitura di soluzioni di stampa 3D professionale. Fondata nel 1995, ha maturato una solida esperienza nelle tecnologie 3D a supporto del ciclo di sviluppo dei prodotti, dalla progettazione alla fabbricazione. Dal 2005 è rivenditore di stampanti 3D professionali e sistemi di additive manufacturing dei migliori brand tra cui Stratasys, Desktop Metal, Formlabs, MakerBot. Energy Group è parte di SolidWorld Group, il più grande gruppo italiano per la innovazione digitale 3D.

Potrebbe interessarti anche...

Stampa 3D Formlabs | Form 3+

Da Form 2 a Form 3+: l’evoluzione inarrestabile di Formlabs nella stampa 3D professionale a resina

stampa 3d stratasys - la F900 di LSM Composite

Additive Manufacturing: versatilita’ e innovazione al servizio delle aziende con la stampa 3D Stratasys

Stratasys Origin One: cinque buoni motivi per sceglierla

stampa 3d materiali compositi componenti racing

Stampa 3D per materiali compositi nella produzione di componenti racing: l’esperienza di RaceUp