Stampanti 3D Makerbot 5th generation … reloaded

Le stampanti 3d Makerbot della quinta generazione sono state presentate al CES di Las Vegas del 2014 con l’intento di affiancare alle già allora conosciute ed apprezzate Makerbot Replicator 2 e Makerbot Replicator 2X, nuovi modelli con performance superiori.

Per chi non le conoscesse, parliamo della Makerbot Replicator 5th gen (Volume di stampa 25.2×19.9×15.0 cm), della Makerbot Replicator Mini (Volume di stampa 10.0×10.0x12.5 cm), e della imponente Makerbot Replicator Z18 (Volume di stampa 30.5×30.5×45.7 cm), che hanno introdotto il nuovo sistema di estrusione Smart Extruder, molto più compatto e di facile gestione, sono dotate di telecamera per il monitoraggio a distanza e di connessione wi-fi. Tutta la serie utilizza per la stampa i filamenti PLA Makerbot disponibili in moltissimi colori.

L’interesse suscitato nel popolo di professionisti e amatori della stampa 3d è stato subito alto. Purtroppo molti dei primi utilizzatori si sono imbattuti in difficoltà derivanti da una ingegnerizzazione non ancora completamente affidabile e hanno dovuto ricorrere più volte al servizio di assistenza tecnica che, fortunatamente, ha risolto i problemi.

L’efficace team di sviluppo Makerbot ha provveduto a rilasciare aggiornamenti firmware e software, nonchè a migliorare le prestazioni dei nuovi Smart Extruder, rendendo le stampanti 3D della quinta generazione dei sistemi di stampa affidabili e in grado di regalare molto soddisfazioni.

L’esperienza fatta fino ad oggi con le stampanti 3D Makerbot 5th generation ci ha fatto particolarmente apprezzare:

  • Una manifattura complessivamente buona e migliore rispetto la serie precedente (guide lineari a ricircolo di sfere, elementi di giunzione in acciaio/alluminio, cinghie registrabili/tensionabili…);
  • Il livellamento del Build Plate assistito (Replicator e Replicator Z18) ed automatico (Replicator Mini);
  • La qualità di stampa: 2/10 mm per la Replicator Mini, 1/10-3/10 mm per la Replicator e la Replicator Z18 (abbiamo eseguito test di ottima qualità su strati da 5/100 mm);
  • I nuovi Smart Extruder che sono dotati di sensore della presenza del filo, sensore di avanzamento del filo, sensore di livello, nozzle retrattile durante l’esecuzione di Rapidi;
  • Tolleranze dimensionali accettabili e calibrabili con apposita procedura;
  • Strutture esterne facilmente rimovibili (Raft e Supports) che agevolano le operazioni di post processing sui modelli stampati;
  • Monitoraggio da remoto: grazie alla connessione lan/wi-fi e la App Makerbot Mobile (disponibile per Android e iOS) è possibile il controllo remoto della stampa 3D; la video camera in dotazione non è ad alta risoluzione (VGA 320×240) ma può comunque aiutare ad identificare problemi macroscopici durante la stampa. È quindi possibile Annullare, mettere in Pausa o attivare il Cambio Filo in modalità remota;
  • Tempi di elaborazione (slicing);
  • Qualità e solidità dei modelli stampati;
  • Gamma cromatica dei filamenti;
  • Personalizzazione della stampa tramite interfaccia grafica oltre che testuale (in precedenza era solo testuale).

 

Inoltre è certamente apprezzabile il fatto che, ancora una volta, le Makerbot della 5th Generation siano contemplate dagli slicer esterni senza trucchi di importazione; oggi giorno sono numerosi gli slicer che generano i job “.makerbot” utilizzati da tutta la 5th Generation.

Un plauso particolare va alla Corporate ed alla filosofia introdotta dal fondatore Bre Pettis: Pettis ha fatto del mondo Makerbot ciò che Jobs fece per il mondo Apple. Un sistema hardware sostenuto da apps che mantengono gli utenti connessi con i loro dispositivi e quindi con le loro idee.

Attraverso Thingiverse la più nutrita community di makers al mondo, gli utilizzatori di stampanti 3D possono scaricare e condividere modelli pronti per la stampa oppure app per la configurazione e la personalizzazione di modelli 3D. Il tutto colloquia direttamente con le stampanti 3D senza nemmeno la necessità di avere un pc collegato; è sufficiente registrarsi gratuitamente su www.thingiverse.com per stampare dal display di una stampante 3D Makerbot un modello che si trova su Cloud.

La nostra valutazione

Valutazione-Makerbot-5thgen

stampanti3d.it by Energy Group

Energy Group è un'azienda italiana specializzata nelle tecnologie 3D per il Digital Manufacturing. Una esperienza di oltre 20 anni nel mondo della progettazione ha permesso all'azienda di specializzarsi nella fornitura e nel supporto delle tecnologie 3D per la ottimizzazione del processo di sviluppo dei prodotti. Dal 2005 si occupa di soluzioni di stampa 3D professionale per la prototipazione e la produzione come rivenditore di stampanti 3D professionali per la prototipazione e la produzione dei migliori brand: Stratasys, Desktop Metal, Formlabs, MakerBot. Energy Group fa parte di THE3DGROUP, il più grande gruppo italiano per la innovazione digitale 3D.

Potrebbe interessarti anche...

Stampante 3d grande formato Stratasys F770

Nuove soluzioni Stratasys: la stampa 3D per l’industria che pensa in grande

Formlabs Fuse 1 stampante 3D da ufficio SLS

Fuse 1: la stampante 3D SLS compatta per parti funzionali in nylon

STAMPA 3D PER LO SPORT

Stampa 3D per lo sport: le migliori applicazioni e tecnologie per il 2021

stampante 3d a polvere di metallo Xact Metal

Stampante 3D a polvere di metallo: come funziona la Xact Metal